Tag

, , , , , , , , , ,

Dall’ultima volta in cui ho scritto delle mie letture itineranti è passato un po’ di tempo, ma oggi è il momento giusto per parlarvi di un libro eccezionale che ho avuto la fortuna e il piacere di condividere la settimana scorsa con gli amici torinesi dell’U.N.I.Vo.C. e con chi, come me, è un Volontario per la lettura.

Immagini ed Immaginazione” di Mariavittoria del Pozzo è uno scrigno di parole dalla potenza poetica dirompente. E’ come una folata di vento che allontana la tenda e consente l’ingresso a un cielo azzurro striato di sole. Lasciamo allora che la lucentezza di queste righe spazzi via le pesanti nuvole delle incombenze giornaliere per donarci un momento di insostituibile emozione.

Tra le mani sfogliamo una raccolta di poesie elegantemente cesellate che si muovono in uno scenario dalle tinte ora pastello ora dalla colorazione più intensa.

Ogni parola, se presa singolarmente, brilla di una bellezza paragonabile a un fiore raro, ma se viene letta in maniera indissolubile con le altre parole crea una magnifica e travolgente composizione floreale capace di solcare le strade del cuore del lettore.

Marvi ha una purezza di linguaggio che strizza l’occhio al minimalismo e che le consente di essere estremamente emozionante ed evocativa. Siamo con ella davanti a un’opera d’arte, siamo con ella in una notte siciliana, siamo con ella in balia delle onde che cullano i nostri pensieri. Ed ella – l’autrice – arriva esattamente dove deve arrivare, colpendo i nervi emozionali scoperti e curando i nostri graffi con un’armonia dialettica fuori dal comune.

Questi componimenti, ciascuno a suo modo, tracciano linee di sabbia in un tempo che sembra eterno, tempo a cui noi possiamo avvicinarci per sentire la fragranza dei desideri, la consistenza delle sensazioni, la melodia delle note musicali. Ogni commento risulterebbe scarno, superfluo, mai sufficientemente lodevole del lavoro che ha il merito di portarci per mano al cospetto dell’infinito.

Questo è un testo di valore che appaga i cinque sensi, che eleva allo stato di meraviglia frammenti di quotidiano che spesso priviamo della dovuta attenzione, come una “mosca” intrappolata in una stanza o il bucato conteso dal sole e dal vento. Scorci di vita vengono incorniciati da una pagina bianca, pura, pulita per rimandarci giochi di luce, risvegli inaspettati, segnali di rinascita.

Ci avviciniamo a ricordi che fanno socchiudere gli occhi per l’emozione, per vivere quello che – con la vista – comincia a diventare parte di noi. E, quando torniamo a focalizzarci sulle parole, abbiamo la tentazione di sottolinearle e di registrarle nel nostro quaderno più intimo, come per non farle scappare e riprenderle al volo quando tentano di fuggire per lasciare spazio ad altre parole, forse più banali, forse più commerciali, forse più vuote. Ed è dolce vedere chi vive di solo suono immergersi in questa poetica incisivamente incantevole e rimanere cullato da un dondolo sospinto da una levità profumata, da un echeggiante piacere, da una sostanziale amorevolezza.

Ci accostiamo agli affetti più sinceri, duraturi e destinati a segnare l’eternità; contempliamo l’incedere delle stagioni, ognuna con le proprie ore predilette per rendere loquaci le intenzioni.

In questo volume troviamo una moltitudine di ragioni per cui la vita meriti di essere vissuta e io ve lo dedico, con tutto il cuore, affinché possiate godere della grazia imprigionata in questi fogli di carta ogni volta che vorrete.

Perché ogni giorno, anche quello apparentemente più ordinario, può trasformarsi in un giorno speciale, se tinteggiato con le parole giuste.

§ § §

It’s a lot of time that I don’t write about my itinerant readings, but today is the right moment to talk you about an extraordinary book that – with luck and pleasure – last week I read with my friends of U.N.I.Vo.C. and my colleagues volunteers for the reading.

Immagini ed Immaginazione” (Images and Imagination) of Mariavittoria del Pozzo is a trunk of words with an explosive poetry. They are a gust of wind that removes the curtain and fits in a blue sky with sunny stripes. So, let’s allow that the shininess of these lines wipes out the daily hard clouds to give us a moment of unique emotion.

Between our hands we have a collection of elegant and perfect poems, which live in scenery more or less coloured.

Every single word shines like a rare flower, but if we read it with the other words, it realises a floral composition that cuts through the heart roads of the reader.

Marvi has a purity of language that winks at minimalism. She is touching and evocative: we are with her in front of an artwork, we live with her a Sicilian night, we are with her at the mercy of the waves that cradle out thoughts. And the author arrives where she has to arrive: she strikes our emotional raw nerves and she curates our scratches with a dialectical harmony out of the ordinary.

Every literary work traces sand lines in an eternal time, where we feel the fragrance of the desires, the substance of the sensations, the melody of the notes. Every comment seems meagre, redundant, unworthy of Marvi’s work, which brings us in front of the infinite.

This is a text of value that satisfies our five senses, elevates daily fragments to the rank of magnificence, daily fragments that we often don’t observe with attention, like a fly (“mosca”) trapped in a room or the sun and the wind that are competing for the laundry. A white and pure page frames life instants and returns light effects, unexpected awakenings, rebirth signals.

We close our eyes for the memories emotion; with the sight we live what starts to become some of us. And when we return to the written words, we have the temptation to underline them and register them on our intimate notebook to not scare them away and reclaim them when they attempt to escape to make a room for other words, maybe more trivial, maybe more commercial, maybe more empty. It is sweet to see who only lives with the sound loses oneself in this fascinating poetry and stays cradled on a rocking chair pushed by a scented lightness, an echoing pleasure, a significant love.

We meet an authentic feeling, a durable feeling, an eternal feeling. We admire the seasons regal stride, where every season has own hours to make chatty the intents.

In this volume we find a lot of reasons to live the life and I dedicate this book to you with all my heart because you’ll enjoy the gracefulness held in these pieces of paper every time you’ll desire it.

Because every day, the normal day too, has the power to become a special day, if it painted with the right words.

Annunci