Tag

, , , , , , , , ,

fiore

Sono uggiose queste giornate di novembre, portatrici di una quiete solo apparente.

L’anno scorso – nello stesso periodo – il sole fingeva di essere ancora di primo autunno e il cielo veleggiava di un azzurro insolito.

Oggi non riesco a capire se è la mia pelle a trasudare dolore o se è la pioggia a bagnare i miei occhi.

Ma ricordo i tuoi di occhi e il loro cercare insistentemente qualcosa.

Spero tu abbia trovato quel qualcosa e spero anche che il tuo sguardo si sia posato su un panorama tinto dei tuoi colori preferiti.

Ricordo le tue mani, pallide su quel lenzuolo bianco e quello stringere il mio dito quasi per non rimanere sola.

Spero che adesso tu sia aggrappata a un amore eterno e che la tua corazza possa conoscere la soffice morbidezza delle nuvole.

Perché qui è un continuo affiorare di te.

La tua voce e i tuoi modi di dire abitano ancora nelle orecchie del mio cuore, in un’eco tagliente e puntuale che mi aiuta a non dimenticare.

Non sarai mai solo una fotografia.

Non sarai mai solo un fiore alle feste comandate.

Sarai per sempre una presenza costante e silenziosa al mio fianco, ora ombrello dei giorni umidi, ora bavero che ripara dal vento; ora lente scura che scherma dal sole, ora lana che protegge dal freddo.

Ecco perché mi manchi.

Ho tutto che mi richiama te, ma non ho più te.

§ § §

These November days are dreary and they bring an illusory quiet.

Last year, at the same period, the sun pretended to be the first Autumn sun and the sky sailed of an unusual blue.

Today I don’t understand if my skin sweats pain or if the rain wets my eyes.

But I remember your eyes, which were looking for something.

I hope you have found that something and I also hope your gaze has rested on a landscape coloured with your favourite shades.

I remember your pallid hands on that white sheet and you that squeezed my finger as if you feared to stay alone.

Now I hope you have grabbed at an immortal love and that your armour has the power to know the fluffy softness of clouds.

Because you emerge over and over again.

Your voice and your ways of saying live in my heart hearing in a sharp and precise echo that helps me to do not forget.

You won’t never be only a picture.

You won’t never be only a flower during celebrations.

You will always be a constant and silent presence near me: you will be an umbrella for rainy days, a collar for windy days, a dark lens for sunny days and the wool for cold days.

This is the reason because you miss me.

Everything recalls you, but I have not you.

Annunci