Tag

, , , , , , , , ,

in-prima-linea

Torino / Turin – Palazzo Madama (Corte Medievale) – fino al 13 novembre 2016 al 16 gennaio 2017 / until 13th November 2016 16th January 2017

Donne davanti e dietro all’obiettivo. Istantanee che parlano di vite messe in pericolo, di turbamenti, di realtà tragicamente attuali.

Donne che lanciano il loro cuore al di là di ogni ostacolo, sfidando grida ed esistenze violentate.

Il tacco e le paillette cedono il posto a scarponcini e giubbotto antiproiettile.

I colori dei vestiti non riescono ad accendere labbra chiuse in una smorfia di dolore e non riescono a placare l’urlo atavico di una madre che perde il proprio figlio.

La clessidra è fatta di sabbia che si alza ed esplode. I proiettili nell’aria, invece, scandiscono un tempo infinito.

Tessuti impregnati di sangue vengono stretti al petto come se quel rosso potesse essere spremuto per avere di nuovo la persona amata.

Jeans avvolgono gambe in una posizione che ha poco di naturale, mentre le spighe proteggono un viso e detengono il ricordo degli estremi pensieri.

Scorrono le vite sotto il vetro dei nostri piedi: osserviamole e prodighiamoci per non calpestarle. Sediamoci, per reggere quella vertigine di mancamento che inevitabilmente coglie davanti a tutta quella sofferenza.

Ma anche fra le pieghe del male è possibile ravvisare una forma di amore, una speranza che nasce ogni sera davanti a quel pelo dalle mille sfumature, testimone di ciò che è stato e complice di quello che accadrà.

§ § §

Women who are in front of and behind a lens. Photographies that speak about lives in critical conditions, upsets and current tragic realities.

Women who launch their heart beyond the obstacle, braving shouts and raped existences.

The heel and the sequins give way to boots and flak jacket.

The colours of the clothes don’t light closed lips in a grimace with pain and they don’t alleviate the atavistic scream of a mother who loses her son.

The sand in the glass rises and explodes. In the air, bullets beat an unlimited time.

The blood impregnates fabrics that someone clasps on the chest as if that red had the power to take back the loved one.

Jeans wrap legs in an unnatural position, while the spikes protect a face and hold the memory of the last thoughts.

The lives pass under the glass of our feet: let’s observe and let’s not step on them. Let’s take a seat to support the feeling of faintness which appears from that suffering.

But in the evil it is possible to see a form of love, a hope that every night arises in front of a fur with a lot of shades, which is witness of the past and friend for the future.

Annunci