Tag

, , , , ,

Città di Torino

Ieri sera, grazie a Luca, ho avuto il piacere di vedere in anteprima “Tutti pazzi in casa mia”, una pellicola che verrà proiettata nelle sale cinematografiche a partire dal prossimo 29 ottobre 2015.

Preparatevi a ridere, a sorridere, a scavare nell’animo umano e a rispondere alla domanda: «Quanto siamo disposti a pagare per un momento di pura felicità?».

Quando vogliamo davvero qualcosa nulla ci può fermare e lottiamo duramente per ottenerla, sottovalutando il fatto che, spesso, dietro a un nostro piacere si nascondono radici profonde di origine familiare.

Ciò che ci piace svela molto di noi e se per gli altri la nostra passione e il nostro oggetto del desiderio possono sembrare una banalità, per noi sono così importanti da farci rischiare di perdere tutto.

Capire il retroscena del nostro coinvolgimento emotivo non ha prezzo e viverlo con chi ce l’ha trasmesso può valere la somma di tutto quello che, fino a quel momento, abbiamo ottenuto.

Il tempo scorre e spesso ci toglie qualsiasi possibilità di recupero. Ecco perché vale la pena cogliere il momento e viverlo fino in fondo, anche se non è perfetto e non è come ce lo siamo immaginato.

§ § §

Last night, Luca and I saw the preview of the film “Tutti pazzi in casa mia” (Une heure de tranquillité), which will be launched from 29th October 2015.

Here, you laugh, you smile, you reveal into the human soul and you answer to the question: «How much is a moment of pure happiness?».

When we really want something, we fight to reach it and we underrate that back our joy there often are deep family roots.

Our passions discover us and if our object of desire can be a banal thing for the people, for us it is so important to risk to loose everything.

Understanding the background of our enchantment is priceless, just like to live it with who gave it us.

Time passes and it often removes some chances of recovery. We must catch the moment and we must live it even if it isn’t perfect and how we imagined it.

Annunci