Tag

, , , , , , , ,

Il verde nel Parco del Castello di Miradolo

Oggi avrei piacere di condividere con voi una lettura speciale che ho pensato per gli amanti dei viaggi e dei panorami dagli intensi colori emozionali. Questo è un “photographic book” che consiglierei di gustare all’ombra, adagiati su un dondolo, sorseggiando con la cannuccia una dissetante limonata, in modo da apprezzare, in ogni sfumatura, l’itinerario che viene raccontato sia attraverso l’uso di profonde parole cariche di poesia sia attraverso meravigliosi scatti a colori e in bianco e nero.

Ho avuto modo di ascoltare l’autore ed è stato un piacere per le orecchie e per l’anima. Andrea Fazzolari è una persona appassionata, interessante, capace e tutto questo emerge dal suo meraviglioso lavoro, lavoro che rappresenta un inno allo splendore e all’incanto che ancora ci circonda.

Per questo secondo appuntamento de ‘Il libro dell’estate per l’estate’, “Indodreamers” ci accompagna per mano da Bali a Sumbawa, da Lombok a Mentawai, in un susseguirsi di paesaggi vergini dalle fresche note verdi, di visi che parlano da soli trasmettendoci la loro parte più intima, di paradisi terrestri dove l’aria si fonde in modo armonioso con l’acqua.

Se provassimo a chiudere gli occhi avremmo la sensazione di sentire la voce dell’oceano, di udire il vento che rende benevole le nuvole minacciose di pioggia, di vedere le alte onde, ora verdi e accoglienti ora così scure e quasi spaventose.

E’ un cammino che ci porta verso scenari dall’indubbio fascino, ma anche al centro di noi stessi perché Andrea, con i suoi pensieri, stimola la riflessione sul rapporto che abbiamo con il nostro io.

C’è una fotografia che amo particolarmente, una di quelle che potrebbero essere viste sfogliando un catalogo di viaggi, ma a osservarla bene si nota che c’è qualcosa di più. Non è la semplice unione di cielo azzurro baciato da nuvole e sole, acqua che lambisce la sabbia e terra che si fa plasmare. E’ la cristallizzazione fotografica di anima, spirito ed essenza.

E allora, mentre aspettiamo la nostra onda perfetta, guardiamoci intorno e ammiriamo il bello, anche se dobbiamo impegnarci per trovarlo.

Grazie Andrea per avere creato magia e averla condivisa con noi.

Annunci