Tag

, , , , , , , , , ,

 Un sogno di giardino_Latte

Dove hanno abitato artisti del calibro di Carlo Mollino e di Mariano Fortuny y Madrazo? Risponde a questa domanda “Lo Spazio del Demiurgo” che, a Palazzo Madama fino al 07 giugno 2015, concentra le fotografie di Pino Musi, Marco Maria Zanin e Sarah Moon.

Devo essere sincera, mi piacciono queste mostre prive di lacci e lacciuoli che consentono all’immaginazione di spingere sull’acceleratore: le opere non hanno titoli (o almeno io non li ho visti) e sono collocate in due splendide sale che da sole meritano la visita (Piccola Guardaroba e Gabinetto Cinese).

Le immagini a colori attraggono. Infatti, se Pino Musi cristallizza la sensualità femminile in una gamba che si affaccia dallo spacco di un vestito verde smeraldo e in un braccio guantato che regge un bocchino per sigaretta, Marco Maria Zanin esalta la bellezza di un candelabro associato al riflesso di una lampada che sembra di carta.

La sezione in bianco e nero è, se possibile, ancora più suggestiva. Sarah Moon ci fa accomodare in una residenza d’altri tempi: possiamo immergerci in un’armoniosa libreria, prendere la scala a chiocciola per salire al piano superiore, osservare il panorama oppure uscire su uno splendido balconcino. A noi la scelta.

E’ evidente come la casa, la nostra casa, ci rispecchi e ci descriva in ogni dettaglio. Che sia retrò o moderna, colma di ninnoli o minimalista, è il nostro rifugio, la nostra porta che ci isola o ci immette nel mondo.

Annunci