Tag

, , , , , , , , , ,

… li utilizzerei per rifare e godermi – più di come sono riuscita – tanti eventi e incontri a cui ho partecipato a Torino.

Maggio, il mese dei fioriMaggio è da sempre un mese particolare e non solo perché la primavera esplode nella sua bellezza e nei suoi profumi, ma anche perché cominciano una serie di iniziative davvero interessanti.

Lui chi è

Arturo Brachetti con il suo spettacolo “Brachetti che sorpresa!” ha inaugurato con la sua bravura il palinsesto culturale mensile (02 maggio 2015). E’ stato sbalorditivo vederlo disegnare con la sabbia e abilmente realizzare le ombre cinesi, ma – osservando lo spettacolo da vicino e riuscendo a carpire alcuni trucchi – mi è venuto naturale riflettere sul rapporto realtà – illusione. Del resto, guardando la fotografia che ho scattato in un pomeriggio urbano mi chiedo: “Quante probabilità avevo di immortalare un uccello volare mentre fissavo le nuvole?” Se non è magia questa…

Concertino dal balconcino

Dal 07 al 17 maggio 2015 si è tenuto il “Torino Fringe Festival. Invasioni teatrali”, una serie di esibizioni ed eventi che hanno vivacizzato la città. Io ho seguito, incuriosita dal nome, “Concertino dal balconcino”, uno spettacolo che si è svolto su un balcone, appunto, all’interno di un cortile nascosto da un grosso portone. Carina l’idea e bravi gli artisti che si sono susseguiti coinvolgendo il pubblico che, a seconda della performance, teneva il tempo con il corpo assecondando lo sposalizio tra voce lirica e suono rock di chitarra e di batteria o si legava un foulard intorno agli occhi per assaporare, con gli altri sensi, la voce di chi leggeva e cantava.

I miei libri per e del Salone Internazionale del Libro

Ed eccoci alla meraviglia delle meraviglie: il “Salone Internazionale del Libro” (14-18 maggio 2015), cinque giorni dedicati ad ascoltare e incontrare i miei autori preferiti e a prendere spunto dalle novità editoriali. Ho appagato la mia fame di storia con Gianni Oliva, la mia sete di fashion con Giuseppina Sansone, il mio desiderio di conoscere l’Italia con il Prof. Alessandro Vanoli e la mia voglia di leggere con Fabio Genovesi e Vins Gallico. Infine, ho soddisfatto, ma non è mai abbastanza, il mio amore per la poesia con Guido Catalano.

Credo di essermi emozionata tante volte al giorno, non vi saprei nemmeno dire quante. Per cui, parafrasando una pubblicità, ‘toglietemi tutto, ma non le mie passioni!’.

Annunci